Cerca
Close this search box.
2 min. di lettura

Dai Monti Lattari a Vigardolo, il sogno di Catello, sotto scorta del caffè

Reading Time: 2 minutes

“Senza il caffè sarei finito!”. Non usa mezzi termini Catello Buononato di Agerola. “Ne bevo 10 – 12 al giorno e, questo, da sempre. Ora che ho conosciuto con maggiore accuratezza i segreti del buon caffè lo faccio ancora più scientemente e volentieri. Sì è vero… mi sento sotto scorta del caffè”.

La storia di Catello sembra uscita da un film. “A 14 anni non avevo più voglia di andare a scuola e passavo le mie giornate tra una sala giochi e un’altra. In uno di questi inutili pomeriggi, entrò un signore dicendo ad alta voce che stava cercando un ragazzo da mandare a Lignano Sabbiadoro per imparare il mestiere di pizzaiolo. Non ci pensai un attimo… mi feci avanti e gli lasciai il mio indirizzo. Tornai a casa dalla mamma per dirglielo e lei me lo proibì. Non riuscì però a farmi cambiare idea. Volevo imparare a fare un mestiere e il giorno seguente presi quattro vestiti a caso, li misi in valigia e mi feci venire a prendere da questo signore”.
Pizzaiolo a 14 anni a Lignano Sabbiadoro in una terra lontana bagnata da un mare opposto. “Lavorai per tre anni sette giorni su sette e mi feci le ossa. Successivamente diventai primo pizzaiolo a Scorzè, in una pizzeria dove preparavo 600 pizze al giorno, per nove anni”. Catello dal farsi le ossa se le logorò e decise di tornare a casa per approfondire la materia della ristorazione, oltre la pizza. “Ho lavorato presso la cucina dello Chef Stellato del San Pietro Hotel di Positano il belga Alois Vanlangenaeker e grazie a questa esperienza ho iniziato a divorare libri di cucina”.

Catello torna in Veneto dove nel frattempo si era fatto conoscere molto bene, soprattutto nelle provincie di Venezia e Treviso, e decide di iniziare un percorso in solitaria, accompagnato dalla sua stella, oggi sua moglie, Alessia. Dopo alcuni anni a Sarcedo, costruisce finalmente il suo progetto di pizzeria contemporanea il 9 dicembre 2019. La Pizzeria Catello a Vigardolo (VI) dove riesce a ottenere in due anni due spicchi del Gambero Rosso.

“Il caffè è una delle frontiere di innovazione del mio locale. Dopo aver inserito uno Speciality Coffee, il Riserva 87 di Agust, ho frequentato un corso di formazione e mi sono innamorato di quel mondo. Oggi ho insegnato a raccontare il caffè ai miei ragazzi in sala e a far cultura del caffè verso il cliente. Ho aumentato il consumo del caffè pur vendendolo a un prezzo che, per una pizzeria, sembra fuori mercato: 2€”. È proprio vero che la qualità paga sempre!

“Il prossimo anno l’obiettivo sarà quello di promuovere una carta dei caffè con monorigini, ma soprattutto con caffè filtro e altre tecniche estrattive. Da buon napoletano ho fatto una cosa che non mi sarei mai aspettata: ho imparato a bere il caffè senza zucchero e a far cambiare idea a molti miei clienti!”.

 Scopri le nostre rubriche

TIPITOSTI

Elementi botanici della pianta, tecniche colturali e procedimenti di raccolta, lavorazione e tostatura finale.

NordSudOVestEst

Il caffè raccontato attraverso le terre e i popoli da cui provengono le ciliegie. Storie di farms e fazende.

the coffe gang

Le nostre interviste a opinion leader e personaggi pubblici sul loro rapporto con il caffè.

cafe' des arts

Uno sguardo sul fenomeno del caffè come elemento di inclusione delle culture tra i popoli.

Waycup

Una rubrica in evidenza sulle notizie riguardanti il caffè e il suo ruolo sulla vita e il benessere dell’uomo.

in da club

I migliori luoghi al mondo del caffè e i migliori bar specialist italiani e internazionali.

Nerobollente

Aforismi, aneddoti e citazioni sul mondo del caffè.

videointerviste

vedi tutti gli articoli

©2023 The Coffee Crew

Privacy Policy – Cookie Policy